SEZIONI NOTIZIE

CorrAdriatico - Curva sud, ok alla demolizione ma inizierà alla fine di gennaio

di Redazione TuttoAscoliCalcio
Fonte: Corriere Adriatico
Vedi letture
Foto

Via libera alla demolizione della curva sud al Del Duca. Con il sì della giunta comunale arrivato proprio nell'ultima seduta, ora si spiana la strada al bando di gara e, quindi, al cantiere per buttare a terra la storica struttura che per decenni ha ospitato il cuore della tifoseria dell'Ascoli calcio. L'Arengo ha deciso, nonostante la risposta negativa arrivata dall'Ufficio ricostruzione relativa a possibili finanziamenti (diniego arrivato con la motivazione che si tratta di demolizione e non di messa in sicurezza), di pigiare sull'acceleratore e intervenire, andando anche ad eliminare ogni possibile rischio per la pubblica incolumità anche all'esterno dello stadio. Il costo dell'intervento, sulla base del progetto approvato, è stato stimato in 285mila euro, considerando poi che si andrà al ribasso in fase di gara. Gara che dovrebbe essere espletata con l'appalto dei lavori, tempi tecnici permettendo, per la fine di gennaio. Per la ricostruzione si vedrà. Ieri in consiglio comunale, il consigliere del Pd, Francesco Ameli, ha ribadito che i soldi del terremoto non ci sono per rifare la curva.
L'urgenza e i fondi 
Dopo varie valutazioni e studi, l'Amministrazione comunale ha deciso di procedere, caricandosi sulle spalle l'intervento di demolizione della curva sud (visto il no arrivato dall'Ufficio ricostruzione) rompendo gli indugi per andare sia ad evitare il protrarsi di una situazione di potenziale pericolo sia all'interno che all'esterno dello stadio, sia per consentire anche di dare uno sguardo in avanti, nell'ottica del completamento futuro dell'impianto sportivo. In pratica, muovendosi sulla base delle rilevazioni e dei sopralluoghi effettuati dai tecnici, l'Arengo ha recepito il fatto che la curva sud così come si trova attualmente rappresenterebbe «un potenziale pericolo sia per il transito veicolare che per i pedoni» e, a seguire, nello scorso mese di giugno ha scritto al Servizio di protezione civile regionale (trasmettendo anche il progetto di demolizione) per ottenere un assenso riguardo il possibile inserimento dell'intervento di demolizione tra quelli di messa in sicurezza per cui è ammissibile il rimborso della spesa, come previsto dalla nota del Capo dipartimento della protezione civile nazionale del dicembre 2016. 
Il diniego
In risposta, però, l'Ufficio per la ricostruzione delle Marche ha comunicato che «tale intervento non è riconducibile a quelle di messa in sicurezza e quindi, come tale, non ammissibile al corrispondente finanziamento». La giunta comunale, quindi, ha preso atto del diniego ed ha deciso di approvare un progetto definitivo che tenga conto dei vincoli operativi dettati dalla struttura da demolire e dallo spazio in cui la stessa si trova per in costo previsto, come detto, in 285.000 euro. Fondi che saranno pescati nel bilancio comunale. E adesso si tratterà di accelerare i tempi per la gara e l'esecuzione dell'intervento che oltre restituire sicurezza permetterà anche di riaprire come da previsioni la strada sotto la nuova tribuna est e gettare un occhio anche sul futuro dello stadio. 
La cronistoria 
Il problema della curva sud emerge nella sua evidenza dopo le scosse telluriche dell'agosto 2016 e di quelle seguenti, come confermato dai tecnici che hanno eseguito nel tempo i vari sopralluoghi e hanno rilevato danni significativi. E proprio il 30 agosto del 2016, la commissione pubblico spettacolo richiese all'Arengo di effettuare indagini sull'idoneità statica delle curve e della tribuna ovest. Nel successivo mese di novembre, relazioni delle indagini alla mano, risultava che la curva nord era idonea all'utilizzo, la tribuna ovest aveva problemi sulla copertura (poi risolti anche grazie all'Ascoli calcio), mentre la sud era non idonea. Da qui il via di tutto l'iter, mentre nel frattempo si è utilizzata una gradinata mobile fino al completamento della nuova tribuna est. 

Altre notizie
Giovedì 23 Gennaio 2020
14:00 News CorrAdriatico - Lunga lista degli addii: può partire anche Padoin 13:00 News CorrAdriatico - Squalifica terminata ma contro il Frosinone NInkovic può restare fuori 12:00 News CorrAdriatico - Sernicola, l'acquisto a sorpresa 11:00 News CorrAdriatico - Attesa per Ranieri, in arrivo Sernicola e Trotta 10:00 Rassegna Stampa GdS - Pista estera per Ninkovic. Chajia verso l'Entella
PUBBLICITÀ
09:30 Rassegna Stampa TuttoSport - Chajia-Sernicola, affare in porto 09:00 Rassegna Stampa GdS - Ardemagni-Trotta: c'è l'accordo, da definire solo i dettagli
Mercoledì 22 Gennaio 2020
19:30 News Futuro lontano dall'Italia per Da Cruz 18:45 News Lavoro di forza e tattica: a parte sei bianconeri 18:00 News CorrAdriatico - Confronto duro e schietto tra allenatore, squadra e tifosi 17:30 News CdS - Pulcinelli: "Chiedo un atto di fede e dalla squadra pretendo il riscatto 17:00 News CorrAdriatico - Zanetti ai tifosi: "Sono qui per vincere non per rubare lo stipendio" 16:31 Primo Piano Caos in attacco: la rivoluzione può costare cara all'Ascoli 16:30 News CdS - Ascoli, basta con Da Cruz 16:00 News CorrAdriatico - Lo sfogo dei tifosi: "Chi deve andare via se ne vada" 15:34 News CdS - E' fatta per lo scambio Ardemagni-Trotta 15:31 News CdS - Blitz dei tifosi al Picchio Village: inizio d'anno turbolento 15:00 News CorrAdriatico - Confronto squadra-tifosi alla ripresa degli allenamenti 14:00 News CorrAdriatico - Mora in attesa della chiamata dell'Ascoli 13:00 News CorrAdriatico - Problemi in difesa: Brosco in dubbio, emergenza sulle fasce